I MIEI PC

 

In questa sezione desidero semplicemente "presentarvi" quello che è attualmente il mio sistema di PC, quello su cui praticamente svolgo ogni tipo di studio, su cui ho progettato e realizzato questo sito e su cui mi piace sperimentare i vari sistemi operativi (conosco bene i sistemi Windows, dalle origini passando a Win 95 e via via per Win 98, 2000 pro, XP pro. Ho qualche conoscenza anche di Linux, ma di certo meno approfondita... ci sto lavorando! ).
PREMETTO che le mie esigenze NON sono di particolare velocità o potenza di calcolo , e che comunque da quello che ho potuto provare di persona la maggior parte dei lavori li possono svolgere egregiamente anche PC "datati". Sostanzialmente uso pochissimo i videogiochi e il montaggio video. Direi che salvo casi eccezionali sono solo queste due applicazioni che richiedono realmente caratteristiche "pesanti" ad un computer. Ma se come me pensate ai PC soprattutto in termini di applicazioni, di sperimentazione, di reti, di backup, di grafica fotografica, di progettazione elettronica (certo, non di progettazione CAD in 3D!), di un po' di programmazione e... magari per vederci qualche film in DVD... direi che QUALSIASI PC costruito negli ultimi 4-5 anni è più che sufficente! E poi... lo si può sempre aggiornare. A volte un po' di RAM o un nuovo hard disk bastano a "recuperare" un computer altrimenti poco sfruttabile. Basti pensare che in giro vi sono degli ottimi software di programmazione per microchip che girano ancora in DOS!! E su pc ormai "storici".
Al contrario, ritengo decisamente utile (oltre che comoda!) una connessione VELOCE sia tra i diversi PC che tra questi e internet. La connessione internet poi dovrebbe essere "flat", ossia sempre attiva. Per questi motivi (e non per pubblicità: non mi pagano per dirlo!) ho optato per Fastweb in fibra ottica (10Mb/sec). Per la connessione tra PC uso una normalissima Ethernet 10/100 (sono 100 Mb/sec!) cablata con cavi (autocostruiti ovviamente!). In realtà il router che impiego è anche wireless, quindi con i pc portatili è molto comodo girare per casa senza necessità di collegamenti! Da scartare (soprattutto se sono coinvolti più di due computer) i metodi "casalinghi" tipo connessioni USB, Laplink o peggio seriali. Costano enormemente di più, sono lenti e poco affidabili. Diciamo che sono accettabili solo in situazioni temporanee o di "emergenza", e poi le schede madri attuali hanno già integrata la scheda LAN: perchè non sfruttarla??

PREMESSA necessaria: Fastweb (almeno come contratto casalingo) prevede la connessione di non più di CINQUE dispositivi alla rete. Nella figura che segue e che rappresenta appunto la mia rete casalinga si possono notare PIU' di 5 dispositivi, ma in realtà dovete tener conto che i due laptop non sono quasi mai connessi se non solo in rete fra loro e gli altri PC fissi. PURAMENTE A TITOLO SPERIMENTALE (se lo fate vi assumete ogni responsabilità!) vi posso assicurare che con collegamenti come quello rappresentato non si avrebbero problemi a collegare in rete e in internet anche un numero molto elevato di PC, soprattutto considerando la possibilità di utilizzare oltre al router degli switch in cascata... RIPETO: per Fastweb NON sarebbe legale. Ma funzionerebbe. Fate voi e a vostro esclusivo rischio.
Non perdo altro tempo: eccovi la mia rete casalinga!!

 

CARINI, VERO??? Naturalmente tanto l'indirizzo IP della rete Fastweb quanto quelli della rete interna e quelli assegnati a ciascun PC sono puramente esemplificativi.
Questo è il modo in cui sono connessi i miei quattro PC fissi e i due laptop (si tratta come è facile vedere di una classica rete "a stella", in cui non esiste un vero server centrale ma ciascun computer può svolgere il medesimo lavoro degli altri). Il router è quel comodo aggeggio (uso un D-Link DI-524) che accetta la rete in ingresso (internet) e si occupa di ridistribuirla ai computer a seconda del loro indirizzo. Io preferisco usare IP statici, ossia fissi, ma c'è la possibilità di fare in modo che il router si occupi anche di volta in volta dell'assegnazione di IP differenti a ciascun PC della rete ad ogni sua connessione. In questo modo però in ogni "sessione" di lavoro i computer avrano un IP differente! Ah, dimenticavo: il router ovviamente ha anche le funzioni di uno switch, ossia oltre a internet si occupa anche della connessione LAN fra i singoli computer (anche WI-FI). E' infine interessante notare come si potrebbe configurare un vecchio PC anche molto scarso con funzioni di router (potrebbe essere sia un PC Windows che Linux). Il vantaggio sarebbe solo quello di riutilizzare un vecchio computer altrimenti inutilizzabile. Gli svantaggi sarebbero le dimensioni (quelle di un PC al posto di quelle del router, ossia 10x15 cm!) e il fatto che quel PC dovrebbe rimanere acceso 24 ore su 24, con i relativi problemi di rumorosità, consumo, ecc. Questi i motivi che mi hanno portato alla scelta del D-Link (oltretutto non è affatto costoso!).

Per quanto riguarda i computer che compongono la mia rete domestica ne riassumo velocemente le caratteristiche.
PC1 Vecchio (glorioso!) Pentium II 350 MHz con 128 Mb RAM su mainboard Asus, dotato di monitor LCD da 16 pollici e sistema Windows 98SE. Diversi hard disks di piccolo taglio. Quello dedicato al sistema operativo è montato su slitta estraibile in modo da poterlo rimpiazzare facilmente in caso di necessità. PC1 è usato prevalentemente per la navigazione internet, per la posta elettronica e per vecchi applicativi non supportati da 2000 o XP. Ha anche funzioni di "print server".
PC2 Non molto più recente Pentium II 500 MHz con 256 Mb RAM. Un paio di HD. Lo uso prevalentemente con funzioni di server dati. Non è dotato di monitor, tastiera e mouse e viene "pilotato" da altri PC tramite software tipo VNC. Sistema operativo: Win 2000 Pro.
PC3 Un Athlon 700 MHz con 512 Mb RAM su scheda madre Abit di cui sfrutto la possibilità dei canali aggiuntivi per il raid. Il disco di sistema è anche qui su slitta estraibile. Vi sono poi 4 dischi da 80 Gb, masterizzatore CD e masterizzatore DVD. E' stato sino a poco tempo fa il pc principale della rete. Sistema operativo: Win XP Pro SP2.
PC4 L'ultimo nato, un AMD Sempron 2800+ (1.6 GHz) con 512 MHz di RAM DDR su Asus micro-ATX con audio e video on board. Al momento un solo disco (una partizione di sistema, una dati e una di backup), ma supporto di SATA. Masterizzatore DVD. Lo uso attualmente per gli applicativi più moderni e "pesanti" e devo dire che ne sono soddisfatto. Condivide tramite uno switch elettronico monitor (LCD LG da 20 pollici), tastiera e mouse con PC3. E' dotato di due dischi fissi esterni (USB2) da 200 Gb e 250 Gb che uso come dischi di backup per tutti i computer (usando la rete). Sistema operativo: Win XP Pro SP2.
LAPTOP 1 Portatile Acer Travelmate 800 con processore Centrino (1.4 GHz) e 512 Mb DDR. Sistema operativo: Win XP Pro.
LAPTOP 2 Portatile Nevada (Elettrodata) con schermo da 12 pollici (mooolto "portatile"!), processore Centrino 1.6 GHz, 512 Mb DDR. Questo è il mio vero portatile da viaggio! E' configurato per supportare di tutto, soprattutto a livello di connessioni (LAN, wireless, modem tradizionale, scheda GPRS, Bluetooth, IR). Connessioni USB2, Firewire, masterizzatore DVD, monitor esterno, uscita TV. Sistema operativo: Win XP Pro. A questo portatile ho abbinato due schede PCMCIA. La prima è un modem GPRS che mi consente la navigazione (sia pur lenta) quando sono in viaggio. La seconda è una scheda che fornisce una porta parallela, sia per stampanti che (soprattutto!) per programmatori di microchip.

Tutti i PC (con la sola esclusione per ovvi motivi dei laptop) sono collegati a due unità UPS da 800 VA ciascuna che garantiscono la continuità della rete elettrica e la protezione da sbalzi e sovratensioni.

Ai computer sono connesse due stampanti: una Epson Stylus Photo 750 (inkject in esacromia) e una HP Laserjet 4L (laser monocromatica). Le stampanti sono ovviamente condivise in rete, in particolare la laser è direttamente disponibile per la stampa da qualsiasi pc (anche quando tutti gli altri sono spenti) grazie ad un print server DP-301 P+ (D-Link).

MOLTO IMPORTANTE (almeno per me): Tutti i PC e i LAPTOP in caso di crash anche totale sono completamente ripristinabili (sistema operativo, configurazioni, programmi, dati) in meno di 10 minuti!!! Questo per via del mio quasi maniacale interesse per i sistemi di backup. In ogni caso, per i computer dotati di slitta per l'hard disk, dispongo di due dischi identici, in modo da abbassare a zero il tempo per la ripresa del lavoro in caso di problemi. Basta sostituire l'hard disk!
Va infine detto che tutti i PC della rete sono protetti adeguatamente da antivirus (aggiornato!) e firewall software.
Tutto questo (almeno sino ad ora) mi ha quasi evitato ogni problema di navigazione, posta, virus ecc. Ma soprattutto ha fatto sì che mi possa vantare di non aver mai perso neppure una minima quantità di dati durante i 25 anni di "hobby informatico".

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

VARIAZIONI NEL TEMPO

Da OTTOBRE 2008 il glorioso PC1 è stato sostituito (ancora funzionante peraltro) con un moderno sistema basato su microprocessore Intel Core 2 Duo E8400 (1333 Mhz FSB) su scheda madre Asus P5K. 2Gb RAM DDR2 800, scheda video NVIDIA GeFORCE 9500GT PCI-Express (512 Mb DDR3), HD SISTEMA Segate Barracuda SATA2 7200 rpm 160 Gb, sempre in cassetto estraibile (Enermax UC-S106TMFA) e doppiato da altra unità identica e sempre pronta alla sostituzione in caso di problemi o necessità. HD dati: Segate Barracuda SATA2 7200 rpm 750 Gb.
Sul nuovo sistema ho preferito continuare a far girare Windows XP Professional in dual boot con Linux. Ho comunque potuto finalmente testare le possibilità offerte da Windows Vista Ultimate, trovandolo decisamente interessante e ben più stabile di quanto mi aspettassi. L'unico motivo per cui ho preferito rimanere ad XP è stato il fatto che alcuni software molto specifici (programmatori pic, software di elettronica ed altri) si rifiutano di funzionare sul nuovo sistema operativo. In ogni caso sempre su questo pc ho installato diverse macchine virtuali che mi consentono sostanzialmente ogni tipo di prova senza alcun rischio o limitazione. Stessa cosa dicasi per una navigazione ultra-sicura in Internet.

Provvederò a indicare in questa sede ogni ulteriore variazione che interverrà nel mio "laboratorio" dedicato ai PC.